Associazione Cubo
via La Spezia, 90
43125 Parma

cuboparma@gmail.com

BREAD BISTROT
PRANZO: lun al ven: 12.00 – 15.00
CENA: lun al gio: 19.00 – 1.00 ven e sab: 19.00 – 2.00
Domenica: chiuso

Prenotazioni Ristorante: +39 0521 155 4540
Prenotazioni ROOFTOP: +39 351 8006857


MISERLINO OFFICINA KARIBU CAFFÈ
Lun-giov: 7.00 – 22.00
Ven: 
7.00 – 23.00
Sab: 
16.30 – 23.00

Domenica: chiuso

Contatti: 3286596753 / 3286588093

 

Parma in posa / Francesco Bocchi

PARMA IN POSA
FRANCESCO BOCCHI

09.02.2024 > 21.02.2024

A cura di Parma Palatina
Inaugurazione: venerdì 09 Febbraio 2024 dalle 18.30

GALLERIA BIANCA via La Spezia 90, Parma

Da lunedì a sabato dalle 10 alle 19

altre visite su appuntamento, scrivi a: cubogallery@gmail.com

Ingresso libero

In collaborazione con:

Francesco Bocchi ha fatto il ritratto a Parma, in una galleria di pose che esprime il carattere esuberante e baldanzoso della gente di qui. Difficile imbrigliarla, ma Bocchi c’è riuscito. Persone note con lo sguardo dentro l’obiettivo ed un immaginario composito che riesce a raccontarli con un solo scatto. Francesco Bocchi ha raccontato senza scrivere e ha fotografato oltre l’immagine. Le facce di parmigiani e parmigiane passati davanti al suo obiettivo sono oltre 300, in questo volume ne ha scelti un po’ più della metà. Ha selezionato quelli dove si poteva immaginare la “erre” nelle parole, ha aggiunto un accessorio istrionico per raccontare una passione e un carattere, dove ha potuto ha fermato lo sguardo agguerrito o malinconico, creato un gioco di specchi con gli oggetti di mestiere. Sono pagine che custodiscono lo spettacolo di uno studio fotografico che si è trasformato in palcoscenico e la cifra di un fotografo che ha cercato l’anima che si intravede anche in figure istituzionali, dirigenti di impresa o accademici, oltre a quelle più legate all’arte e alla creatività. Tutti e tutte si sono messi in posa di gusto e con ironia. Parma in posa è una quadreria interessante, intrigante e custodisce la collezione di una memoria contemporanea che attraverso questa raccolta di personalità racconta il nostro presente. Per conoscere e trattenere la storia spesso basta un’immagine, ma, certamente, per capire una città bisogna conoscere i suoi protagonisti.

FRANCESCO BOCCHI

“Parmigiano del sasso”, nasce nel 1964 e si traferisce nella “bassa” dove vive con la famiglia e un cane a tre zampe. Pronipote del pittore Amedeo Bocchi inizia a fotografare subito dopo il diploma. Affascinato dal lavoro di Luigi Ghirri si dedica principalmente al paesaggio.
Nel 1990 viene selezionato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili di Parma per la Biennale Giovani.
Frequenta un workshop con Lewis Baltz, espone ai Chiostri Benedettini di Reggio Emilia e alla Galleria delle Colonne di Parma con la personale “Cinema di Passaggio”, ritratti di personaggi del cinema di passaggio a Parma, quali Wim Winders, Marcello Mastroianni, Fabrizio Bentivoglio, Peter Greenaway, Danny Boyle.
È stato fotografo di scena per il Teatro Stabile di Parma, unitamente alla sua professione di sempre quale stampatore fotografico e fotografo freelance.
Espone per due anni di seguito al “Centre de la photographie” di Ginevra.
Nel 2022 viene selezionato per partecipare al progetto “Comiso e dintorni, tra immagine e racconto” con lo scrittore e illustratore Guido Conti.
Nello stesso anno partecipa al Festival Internazionale Trieste Photo Days con i suoi “ritratti scomposti”.
Attualmente è impegnato in un progetto tra fotografia, ritratto e ambiente di lavoro in aziende e studi professionali.

LE MOSTRE DI CUBO