Contatti

Associazione Cubo
via La Spezia, 90
43125 Parma

Federica Melegari: 340.6001631

cuboparma@gmail.com
 

NO FEAR / Mostra Personale / Riccardo Dametti

NO FEAR

14.11.2019 > 08.12.2019

A cura di Guillaume Pacetti
Inaugurazione: giovedì 14 Novembre 2019 dalle 18.30

CUBO Gallery via La Spezia 90, Parma

Da lunedì a sabato dalle 10 alle 19

altre visite su appuntamento, scrivi a: cubogallery@gmail.com

Ingresso libero

In collaborazione con:

La Galleria Bianca del CUBO ospita dal 14 novembre all’8 dicembre la mostra NO FEAR di RICCARDO DAMETTI.
Artista fidentino, provocatore, forte ed identitario. Il suo stile segna il tempo, mescola libertà e ribellione, colore e luce, energia ed eleganza, modernità e storia. Il suo tocco è istinto intelligente, gesto che deforma, rimodula e crea.
Dametti non si risparmia, arriva e lo fa con un colpo secco puntando dritto all’occhio e alla mente di quanti vivono le sue creazioni. Li avvolge e li spinge alla riflessione. Il suo agire è il divenire intellettuale di chi ha qualcosa da dire.
No Fear non è una mostra ma un percorso esperenziale che interseca e rimodula le discipline con quel sapore di Eraclito, Bacon, Basquiat, Bach…
Attraverso una combinazione intensa di disegni, fotografie, quadri… Dametti conduce alle viscere dell’arte, un viaggio dentro la sua più straordinaria umanità. La comunicazione arriva senza mezze misure: inventa, osa, apriti…non ti fermare. Insomma, Non Avere Paura: fai della tua vita un processo artistico profondo, sperimentazione costante, ricerca dell’oltre. Un inno all’io e all’altro da se, che al di là dei concetti di street art contemporanea, da voce ai bisogni sopiti della nostra società, quelli autentici che fanno di ogni persona pura creazione.

RICCARDO DAMETTI

Classe 1978, appassionato di arte e musica, poco più che ventenne inizia ad esporre in mostre collettive e personali nelle principali città italiane, soprattutto a Milano. Gira il mondo – da Miami a Londra, passando per Hong Kong, Shanghai, Parigi, Nizza, Berlino, fino a Lituania e Lettonia. Vince numerosi premi, compresa la medaglia delle Terza Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea.

LE MOSTRE DI CUBO