Contatti

Associazione Cubo
via La Spezia, 90
43125 Parma

T: 340.6001631

cuboparma@gmail.com

LO STRADARIO PARMIGIANO

a vignette

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

3 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
° 
Giambattista Bodoni (1740-1813) è stato un tipografo piemontese attivo soprattutto a Parma. Dopo aver studiato a Roma, la vita di Giambattista cambiò quando nel 1768 venne chiamato a Parma dal Duca Ferdinando per dirigere la Stamperia Ducale. Nella nostra città Bodoni ebbe modo di definire uno stile tipografico nuovo, caratterizzato dalla grande precisione formale di sapore neoclassico e dai raffinatissimi caratteri che ancora oggi portano il suo nome. Nel 1788 Bodoni realizzò il Manuale Tipografico, nel quale propose più di 600 caratteri (oggi li chiameremmo font) uno più elegante dellaltro. Negli anni Sessanta del Novecento #FrancoMariaRicci, suo erede più fedele, realizzò la ristampa del Manuale. Come forma di tributo, le vie del centro storico cittadino sono indicate con caratteri bodoniani.

#stradarioparmigiano

° ° ° ° ° °

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
Giambattista Bodoni (1740-1813) è stato un tipografo piemontese attivo soprattutto a Parma. Dopo aver studiato a Roma, la vita di Giambattista cambiò quando nel 1768 venne chiamato a Parma dal Duca Ferdinando per dirigere la Stamperia Ducale. Nella nostra città Bodoni ebbe modo di definire uno stile tipografico nuovo, caratterizzato dalla grande precisione formale di sapore neoclassico e dai raffinatissimi caratteri che ancora oggi portano il suo nome. Nel 1788 Bodoni realizzò il "Manuale Tipografico", nel quale propose più di 600 caratteri (oggi li chiameremmo "font") uno più elegante dell'altro. Negli anni Sessanta del Novecento #FrancoMariaRicci, suo erede più fedele, realizzò la ristampa del Manuale. Come forma di tributo, le vie del centro storico cittadino sono indicate con caratteri bodoniani.

#stradarioparmigiano

° ° ° ° ° °
... Vedi altroVedo di meno

Comment on Facebook

Bravo Michele!

5 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
La famiglia Farnese è una dinastia nobile che ha governato il Ducato di Parma e Piacenza per quasi duecento anni. Nel 1545 Papa Paolo III (nato Alessandro Farnese) fuse i due ducati e affidò il governo al figlio Pierluigi. Ottavio spostò la sua residenza da Piacenza a Parma, elevandola a capitale del Ducato. Gli seguì il figlio Alessandro, valoroso condottiero, e poi Ranuccio I che fece costruire il Teatro Farnese, la Pilotta e la Cittadella. il suo primogenito, chiamato Alessandro come il nonno, era sordomuto e non potè ricevere in eredità il Ducato che venne affidato al fratello minore Odoardo I. La famiglia Farnese regnò su Parma fino al 1731 quando Antonio, ultimo dei duchi, morì senza lasciare eredi, Venne quindi nominato Duca lo spagnolo Carlo di Borbone, figlio di Elisabetta Farnese. 

°°°°° Qualche giorno fa è stato inaugurato il nuovo volto di Piazza della Pace, in attesa di #Parma2020 >>
#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
La famiglia Farnese è una dinastia nobile che ha governato il Ducato di Parma e Piacenza per quasi duecento anni. Nel 1545 Papa Paolo III (nato Alessandro Farnese) fuse i due ducati e affidò il governo al figlio Pierluigi. Ottavio spostò la sua residenza da Piacenza a Parma, elevandola a capitale del Ducato. Gli seguì il figlio Alessandro, valoroso condottiero, e poi Ranuccio I che fece costruire il Teatro Farnese, la Pilotta e la Cittadella. il suo primogenito, chiamato Alessandro come il nonno, era sordomuto e non potè ricevere in eredità il Ducato che venne affidato al fratello minore Odoardo I. La famiglia Farnese regnò su Parma fino al 1731 quando Antonio, ultimo dei duchi, morì senza lasciare eredi, Venne quindi nominato Duca lo spagnolo Carlo di Borbone, figlio di Elisabetta Farnese.

°°°°° Qualche giorno fa è stato inaugurato il nuovo volto di Piazza della Pace, in attesa di #Parma2020 >>
#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

5 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
GIUSEPPE STUARD (1790 - 1834) è stato un collezionista parmigiano. Nacque in una famiglia facoltosa piena di agi ma, purtroppo, alcuni gravi problemi di salute lo perseguitarono. Giuseppe rivestì numerosi incarichi pubblici come lamministrazione di diversi enti caritatevoli tra cui la Congregazione di Carità San Filippo Neri alla quale, privo di eredi, lasciò la sua collezione darte. Oggi quegli stessi spazi di Borgo del Parmigianino ospitano la Pinacoteca Stuard dove possiamo incontrare alcuni lavori di grandi artisti della storia cittadina come Girolamo Mazzola-Bedoli, Lavinia Fontana, Ilario Spolverini, Giovanni Riccò e Amedeo Bocchi. Nel 2016 il Comune di Parma ha completamente rinnovato il percorso espositivo. 

°° Visita la Pinacoteca Stuard°°

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
GIUSEPPE STUARD (1790 - 1834) è stato un collezionista parmigiano. Nacque in una famiglia facoltosa piena di agi ma, purtroppo, alcuni gravi problemi di salute lo perseguitarono. Giuseppe rivestì numerosi incarichi pubblici come l'amministrazione di diversi enti caritatevoli tra cui la Congregazione di Carità San Filippo Neri alla quale, privo di eredi, lasciò la sua collezione d'arte. Oggi quegli stessi spazi di Borgo del Parmigianino ospitano la Pinacoteca Stuard dove possiamo incontrare alcuni lavori di grandi artisti della storia cittadina come Girolamo Mazzola-Bedoli, Lavinia Fontana, Ilario Spolverini, Giovanni Riccò e Amedeo Bocchi. Nel 2016 il Comune di Parma ha completamente rinnovato il percorso espositivo.

°° Visita la Pinacoteca Stuard°°

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

6 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
PAOLO TOSCHI (1788 - 1854) è stato un incisore, pittore e architetto parmigiano. Si formò a Parigi, dove studiò incisione dai migliori maestri francesi per poi far ritorno a Parma dieci anni dopo. Nel 1820 fu nominato direttore dellAccademia di Belle Arti. La sua attività di straordinario incisore innalzò la città di Parma a meta imprescindibile per i Grandtour, i viaggi di formazione in Italia degli appassionati darte di tutta Europa. Le sue riproduzioni dei capolavori di Correggio si diffusero in tutto il continente e funsero da richiamo irresistibile. 
A Toschi è dedicato un viale sul Lungoparma ed il Liceo Artistico cittadino.

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.
°
PAOLO TOSCHI (1788 - 1854) è stato un incisore, pittore e architetto parmigiano. Si formò a Parigi, dove studiò incisione dai migliori maestri francesi per poi far ritorno a Parma dieci anni dopo. Nel 1820 fu nominato direttore dell'Accademia di Belle Arti. La sua attività di straordinario incisore innalzò la città di Parma a meta imprescindibile per i "Grandtour", i viaggi di formazione in Italia degli appassionati d'arte di tutta Europa. Le sue riproduzioni dei capolavori di Correggio si diffusero in tutto il continente e funsero da richiamo irresistibile.
A Toschi è dedicato un viale sul Lungoparma ed il Liceo Artistico cittadino.

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

6 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

BENEDETTO ANTELAMI (1150 ca- 1230 ca) è stato uno scultore dorigine lombarda attivo soprattutto a Parma.
È considerato uno dei primi e più grandi interpreti dello stile gotico in Italia. Arrivato a Parma nel 1175, lavorò al Duomo cittadino (dove possiamo vedere la sua meravigliosa Deposizione), al Duomo di Fidenza e poi di nuovo nel capoluogo dove progettò il Battistero. Questultima impresa è un capolavoro assoluto: racconta la leggenda che il Diavolo in persona, invidioso, tentò di distruggere a pedate ledificio. Fortunatamente il Battistero resistette ma ancora oggi con un po di attenzione si può scorgere lorma del Diavolo. Lavete mai notata?

Battistero di Parma

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

BENEDETTO ANTELAMI (1150 ca- 1230 ca) è stato uno scultore d'origine lombarda attivo soprattutto a Parma.
È considerato uno dei primi e più grandi interpreti dello stile gotico in Italia. Arrivato a Parma nel 1175, lavorò al Duomo cittadino (dove possiamo vedere la sua meravigliosa Deposizione), al Duomo di Fidenza e poi di nuovo nel capoluogo dove progettò il Battistero. Quest'ultima impresa è un capolavoro assoluto: racconta la leggenda che il Diavolo in persona, invidioso, tentò di distruggere a pedate l'edificio. Fortunatamente il Battistero resistette ma ancora oggi con un po' di attenzione si può scorgere l'orma del Diavolo. L'avete mai notata?

Battistero di Parma

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

Comment on Facebook

Si

Sì. La mia maestra alle elementari me lo fece notare.

Pensavo fosse stato un immigrato

6 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

LUIGI CARLO FARINI (1812-1866) || è stato un politico e medico ravennate.
Tra i primissimi affiliati alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini inizialmente si divise tra la passione politica e la sua professione che lo porterà a intraprendere studi importanti in campo sanitario. Espulso dallo Stato Pontificio (che controllava la zona di Ravenna) nel 1843, tornò in Italia due anni dopo per dedicarsi completamente alla politica. Esponente della Destra Storica fu Presidente del Consiglio Dei Ministri tra il 1862 e il 1863. Poco dopo Farini iniziò a mostrare segni di una grave malattia mentale che lo porteranno a trascorrere gli ultimi anni della sua vita al manicomio di Novalesa, in provincia di Torino.

Oggi Via Farini, rappresenta uno dei centri più vivi della città, fra cultura e vita notturna.

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

LUIGI CARLO FARINI (1812-1866) || è stato un politico e medico ravennate.
Tra i primissimi affiliati alla "Giovine Italia" di Giuseppe Mazzini inizialmente si divise tra la passione politica e la sua professione che lo porterà a intraprendere studi importanti in campo sanitario. Espulso dallo Stato Pontificio (che controllava la zona di Ravenna) nel 1843, tornò in Italia due anni dopo per dedicarsi completamente alla politica. Esponente della Destra Storica fu Presidente del Consiglio Dei Ministri tra il 1862 e il 1863. Poco dopo Farini iniziò a mostrare segni di una grave malattia mentale che lo porteranno a trascorrere gli ultimi anni della sua vita al manicomio di Novalesa, in provincia di Torino.

Oggi Via Farini, rappresenta uno dei centri più vivi della città, fra cultura e vita notturna.

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

6 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

GUIDO PICELLI (1889-1937) || è stato un politico e antifascista parmigiano. Segretario del Partito Socialista nel 1919, è ricordato soprattutto per la formazione degli Arditi del Popolo (1921), una delle prime forze antifasciste italiane. A Parma Picelli fu protagonista delle Barricate del 1922 che consentirono al quartiere dell Oltretorrente di respingere lassalto dei fascisti di Italo Balbo. Costretto al confino, continuò la sua attività politica in Francia e Unione Sovietica per poi arruolarsi volontario tra i repubblicani nella Guerra Civile Spagnola. Cadde in battaglia sul fronte di Mirabueno (vicino a Guadalajara) nel 1937.

Piazzale Picelli

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette.
Di Michele Belmessieri.

GUIDO PICELLI (1889-1937) || è stato un politico e antifascista parmigiano. Segretario del Partito Socialista nel 1919, è ricordato soprattutto per la formazione degli Arditi del Popolo (1921), una delle prime forze antifasciste italiane. A Parma Picelli fu protagonista delle Barricate del 1922 che consentirono al quartiere dell' Oltretorrente di respingere l'assalto dei fascisti di Italo Balbo. Costretto al confino, continuò la sua attività politica in Francia e Unione Sovietica per poi arruolarsi volontario tra i repubblicani nella Guerra Civile Spagnola. Cadde in battaglia sul fronte di Mirabueno (vicino a Guadalajara) nel 1937.

Piazzale Picelli

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

7 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.

NICCOLÒ PAGANINI (1782-1840) || è stato un compositore e musicista genovese, tra i più conosciuti maestri del violino di tutti i tempi. Niccolò ebbe un rapporto molto stretto con Parma: sin da ragazzo fu spesso in città ad esibirsi e, almeno un paio di volte, trovò nel Ducato un buon rifugio damore in compagnia di qualche fidanzata. Addirittura definì Parma la mia novella Patria. Nel 1830 comprò una villa a Gaione dove passare il tempo tra una torunée e laltra. In questo stesso periodo incontrò la Duchessa Maria Luigia che lo nominò Capo Direttore dellOrchestra Ducale. Oggi Niccolò riposa al cimitero della Villetta ed in città, oltre ad una via, gli è stato intitolato lAuditorium del Parco Ex eridania, Auditorium Paganini.

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
Di Michele Belmessieri.

NICCOLÒ PAGANINI (1782-1840) || è stato un compositore e musicista genovese, tra i più conosciuti maestri del violino di tutti i tempi. Niccolò ebbe un rapporto molto stretto con Parma: sin da ragazzo fu spesso in città ad esibirsi e, almeno un paio di volte, trovò nel Ducato un buon rifugio d'amore in compagnia di qualche fidanzata. Addirittura definì Parma "la mia novella Patria". Nel 1830 comprò una villa a Gaione dove passare il tempo tra una torunée e l'altra. In questo stesso periodo incontrò la Duchessa Maria Luigia che lo nominò "Capo Direttore dell'Orchestra Ducale". Oggi Niccolò riposa al cimitero della Villetta ed in città, oltre ad una via, gli è stato intitolato l'Auditorium del Parco Ex eridania, Auditorium Paganini.

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

7 months ago

CUBO
Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
di Michele Belmessieri.

PIER PAOLO PASOLINI (1922-1975) || È stato un intellettuale, poeta e regista cinematografico nato a Bologna. È considerato tra le figure più influenti, e insieme scomode, dell cultura del Novecento italiano. Non tutti sanno, però, del legame fra Pier Paolo e Parma. La famiglia Pasolini visse per tutto il 1923 in città seguendo il padre Carlo Alberto, un ufficiale dellesercito che a causa del suo lavoro spostò spesso la propria residenza. Cè un altro aneddoto da ricordare: durante il 1975 al parco della Cittadella si sfidarono a pallone le troupe di Novecento di Bernardo Bertolucci e quella di Salò di Pasolini. Pier Paolo, buon calciatore dilettante, scese in campo, ma perse per 5 a 2.

#stradarioparmigiano

Da Lo Stradario Parmigiano a Vignette
di Michele Belmessieri.

PIER PAOLO PASOLINI (1922-1975) || È stato un intellettuale, poeta e regista cinematografico nato a Bologna. È considerato tra le figure più influenti, e insieme scomode, dell cultura del Novecento italiano. Non tutti sanno, però, del legame fra Pier Paolo e Parma. La famiglia Pasolini visse per tutto il 1923 in città seguendo il padre Carlo Alberto, un ufficiale dell'esercito che a causa del suo lavoro spostò spesso la propria residenza. C'è un altro aneddoto da ricordare: durante il 1975 al parco della Cittadella si sfidarono a pallone le troupe di "Novecento" di Bernardo Bertolucci e quella di "Salò" di Pasolini. Pier Paolo, buon calciatore dilettante, scese in campo, ma perse per 5 a 2.

#stradarioparmigiano
... Vedi altroVedo di meno

CARICA ALTRI